STORIA EUROPEI

Indice articoli

Il primo campionato europeo fu organizzato per sostituire la vecchia Coppa Internazionale che comprendeva solo principalmente le nazioni dell'Europa Centrale e il promotore fu Henry Delaunay (segretario UEFA).

Vi parteciparono 17 squadre (non l'Italia) con eliminazione diretta e alla fase finale organizzata in Francia si qualificarono la Cecoslovacchia,la Francia,la Jugoslavia e l'Urss (che si qualificò per rinuncia della Spagna nel confronto diretto per motivi politici)

1960 - L'ARMATA ROSSA

Le semifinali videro affrontarsi l'Urss con la Cecoslovacchia e la Francia con la Jugoslavia,i sovietici ebbero vita facile contro i cechi vincendo l'incontro per 3 a 0,più combattuto fu l'altra semifinale che vide alla fine vincitrice la Jugoslavia, con una grande rimonta nel finale, per 5-4

La prima finale dell'europeo vide di fronte l'Urss e la Jugoslavia  nello stadio Parco dei Principi di Parigi il 10/07/1960, fu un finale equilibrata con il vantaggio iniziale degli slavi e il pareggio dei sovietici ad inizio ripresa,l'equilibrio fu interrotto nei tempi supplementari al 114° da Ponedelnik che diede la prima vittoria europea all'Urss, squadra composta da giocatori forti atleticamente e bravi tatticamente con punte d'eccellenza come il grande portiere Lev Jascin ,Metreveli e lo stesso Ponedelnik

1964 -  LE FURIE DI SPAGNA 

In questa edizione aumenta la partecipazione delle nazioni europee con l'iscrizione di nazionali importanti come l'Italia,L'Inghilterra ad esclusione delle Germania Ovest non particolarmente attratta dalla competizione; sono comunque 28 le formazioni che si presentano al nastro di partenza,l'Italia allenata da Edmondo Fabbri dopo aver eliminato agevolmente la Turchia si arena contro  lo scoglio  sovietico , I campioni d'Europa dell'Urss eliminano gli azzurri dopo la vittoria casalinga per 2-0 ,complice anche la condotta di gara particolarmente dura da parte dei sovietici, ed il pareggio per 1-1 di Roma che sancisce l'eliminazione dell'Italia

Alla fase finale organizzata dalla Spagna di Franco vi arrivano la sorprendente Danimarca ,la Spagna ,l'Ungheria e l'Urss.La Spagna elimina la sempre coriacea Ungheria di quei tempi, aggiudicandosi l'incontro di semifinale per 2-1 dopo i tempi supplementari mentre l'Urss si sbarazza facilmente della Danimarca per 3-0. Alla finale di Madrid giocata nel mitico stadio Santiago Bernabeu, vi giungono i padroni di casa della Spagna e l'Urss, la spunta la Spagna di Iribar (grande portiere spagnolo),Amancio e Suarez( mezzala di classe autentica), per 2-1 detronizzando dal trono europeo i sovietici

1968 -  L'ITALIA TORNA GRANDE

E' la terza edizione ed è quella più bella per i colori italiani, vi partecipano 31 squadre divise in 9 gironi, l'Italia elimina senza grossi problemi Cipro,Svizzera e Romania per poi scontrarsi con la Bulgaria in un doppio confronto che vede gli azzurri patire ma limitare la perdita in Bulgaria, dove perde di msura per 3-2, per poi vincere agevolmente per 2-0 il ritorno disputato a Napoli

La fase finale viene organizzata in Italia che vede protagoniste la stessa Italia,l'Inghilterra,la Jugoslavia e la solita Urss e proprio con l'Urss che l'Italia si scontra in un incontro interminabile che si chiude dopo i supplementari per 0-0, ci si affida allora al sorteggio che premia la squadra italiana,nell'altra semifinale la brillante Jugoslavia elimina i Bianchi d'inghilterra per 1-0. La finale si disputa all'Olimpico di Roma in una grande atmosfera , l'Italia pero fatica visibilmente contro gli Slavi ,grandi palleggiatori trascinati dalla stella Dzajic, infatti pareggia a fatica per 1-1 grazie ad una punizione disperata di Domenghini ; la finale si rigioca sempre a Roma dopo due giorni,Valcareggi (c.t.azzurro)  rinnova la squadra con molti cambi mandando in campo una formazione piu' fresca e riposata,la scelta risulta azzeccata infatti gli azzurri vincono per 2-0 grazie alle reti di Riva e Anastasi , l'Italia torna ad essere Campione

1972 - E' LA VOLTA DEI PANZER

Vi parteciparono 32 squadre , l'Italia campione d'Europa elimina con qualche problema Austria,Irlanda e Svezia, soprattutto per l'infortunio grave che colpi' Riva nell'incontro di Vienna contro l'Austria, incontrerà poi  il coriaceo Belgio che eliminerà a sorpresa i campioni d'Europa ,dopo il pareggio a reti bianche dell'Olimpico di Roma e la vittoria per 2-1 a Bruxelles

Alla fase finale giocata in Belgio vi giungono lo stesso Belgio,la Jugoslavia,la Germania Ovest e l'Urss; in semifinale la Germania supera senza molti problemi i padroni di casa del Belgio per 2-1 e l'Urss supera la Jugoslvia per 1-0. La finale di Bruxelles vede la Grande Germania battere nettamente la logora armata russa per 3-0 , è la Germania di Beckenbauer,Breitner,Muller,Netzer autentici fuoriclasse che lanceranno i tedeschi verso un lungo periodo di gloria

1976 - L'ESTATE CECA

A questa edizione vi parteciparono 32 squadre suddivise nei vari gironi di qualificazione, gli azzurri sono in fase di  rinnovamento dopo l'esaurimento del ciclo vincente iniziato a Roma nel 1968 con il titolo europeo,passando per la finalissima mondiale in Messico e finito ai mondiali di Germania nel 1974 con l'eliminazione prematura nella fase finale;ii nuovo  c.t. è il grande Fulvio Bernardini che iniza un vero proprio lavoro di ricostruzione lanciando giovani e modernizzando il gioco, per questi motivi L'Italia finita in un  girone di ferro con L'Olanda e la Polonia (le nuove frontiere del calcio europeo) ha di fronte un impresa impossibile che si conferma  nella realtà con l'eliminazione,anche se onorevole,da parte dell'Olanda, una delle grandi favorite

La fase finale viene disputata in Jugoslavia, vi arrivano la Cecoslovacchia,la Germania ovest ,l'Olanda e la Jugoslavia.Tutti si aspettavano una finale tra la Germania e l'Olanda ,grandi protagoniste dell'ultimo mondiale, invece la sorprendente Cecoslovacchia si inseri' di prepotenza eliminando gli olandesi in semifinale per 3-1 ai tempi supplementari, qualificandosi per la finalissima di Belgrado contro la Germania Ovest vincitrice dell'altra semifinale contro i padroni di casa per 4-2 , sempre ai supplementari dopo un'incredibile rimonta da 0-2. Nonostante i pronostici molto favorevoli i tedeschi vengono fermati dai cechi sul 2-2 nei tempi regolamentari (anzi sono proprio i bianchi di Germania ad acciuffare il pareggio quasi al 90°) il risultato non cambia neanche dopo i tempi supplementari e per la prima volta la finale viene decisa ai calci di rigore (prima volta nella storia) Vince la Cecoslovacchia per 5-3 , è il momento dei rossi plavi che raggiungono il più grande risultato della loro gloriosa storia grazie a grandi giocatori come il portiere Viktor ed gli attaccanti Nehoda e Panenka, per citare i più rappresentativi