STORIA CHAMPIONS LEAGUE

 2003 : LO ZAMPINO DEL DIAVOLO

Il secondo derby d'Europa lo vince il MILAN che batte l'altra squadra italiana della Juventus in finale ai calci di rigore,i rossoneri allenati da Carlo Ancelotti vincono il loro sesto titolo europeo con una squadra dall'alto tasso tecnico con una ritrovata mentalità vincente.Molti sono i giocatori importanti che fanno parte della squadra rossonera ma su tutti prevale la classe cristallina dell'asso ucraino Andri Shevchenko attaccante di valore mondiale senza dimenticare comunque campioni come i centrocampisti Seedorf,Rui Costa e Pirlo,i difensori Maldini,Nesta e il centroavanti Filippo Inzaghi.

2004 : UN PORTO.. PER GRADIRE

Seconda affermazione nella competizione da parte dei portoghesi del PORTO,i lusitani allenati dall'emergente allenatore Josè Mourinho bissano la vittoria in coppa Uefa dell'anno prima attraverso un gioco molto corale ed efficace , spiccano anche ottime individualità come quelle del difensore Ricardo Carvalho,del centrocampista Maniche e del fantasista Deco.

2005 : REDS ALL'ULTIMO RESPIRO

La quinta coppa dei campioni del LIVERPOOL viene vinta dai rossi inglesi con un recupero miracoloso in finale sul Milan,passando da 0-3 a 3-3 e vincendo poi ai rigori la sfida.Gli inglesi allenati dall'ottimo allenatore spagnolo Rafael Benitez attuano un calcio semplice ma organizzato dove tutti i giocatori sanno cosa fare e come muoversi, inoltre presentano ottimi giocatori come il capitano Gerrard ,forte centrocampista,il regista spagnolo Xabi Alonso,l'aitante mediano tedesco Hamann e l'estroso attaccante ceco Baros. 

2006 : LA LEGGE DEL BARCA 

Ritorna a vincere il titolo europeo anche il BARCELLONA e lo fa con una squadra ricca di talento e genio calcistico,allenata da Frankie Rijkaard ex grande giocatore olandese che si scopre anche ottimo allenatore.I talenti che fanno parte dei blaugrana sono molti, come le mezzeali Giuly e Deco,il fortissimo attaccante africano Eto'o e soprattutto il geniale attaccante brasiliano Ronaldihno, all'apice della propria carriera

2007 : LA VENDETTA DEL DIAVOLO

In una difficile stagione in seguito alla vicenda di calciopoli che colpisce pure la squadra rossonera,il MILAN trova la forza di riorganizzarsi e sempre sotto la sapiente guida del proprio allenatore Ancelotti trionfa in Europa per la settima volta ,secondo solo al grande Real Madrid.L'ossatura della squadra è quella del 2003 arricchita dalla stella brasiliana Kakà ,grande trequartista dall 'ottima tecnica e dinamismo che lo rendono incontenibile nelle giornate di grazia.

2008 : I RED DEVILS FANNO TRIS 

Nove anni dopo l'ultimo trionfo il MANCHESTER UNITED vince per la terza volta la coppa dei campioni sempre guidato dall'immarcescibile Alex Ferguson ,vero maestro di calcio moderno. I red devils vincono la sfida tutta inglese nella finale contro il Chelsea ai calci di rigore,dimostrando ancora una volta un carattere ed una forza morale speciale,oltre che giocatori di valore assoluto come il difensore Ferdinand,il tecnico centrocampista Scholes,l'asso portoghese Ronaldo in attacco e l'astro nascente del calcio inglese il centravanti Rooney.

2009 : LA SINFONIA BLAUGRANA

Inizia l'era del BARCELLONA di Josep Guardiola,giovanissimo allenatore che trasferisce nella mentalità della squadra tutta la classe calcistica  che aveva da giocatore;i blaugrana giocano un calcio tecnicamente perfetto,fatto di palleggio e possesso palla continuo, con alcuni solisti di classe certa come i centrocampisti Xavi e Iniesta,fenomenali come tecnica e senso tattico,il grande centravanti camerunense Eto'o e la nuova stella argentina Lionel Messi,giocatore dal fisico ridotto in altezza ma dotato di una velocità e tecnica incredibili.

2010 : IL COLPO DI CODA DEL BISCIONE 

Dopo più di 45 anni l'INTER torna sul gradino più alto d'Europa, allenata dal carismatico portoghese Josè Mourinho i nerazzurri riacquistano la mentalità vincente internazionale ai massimi livelli. Il gioco mostrato dai nerazzurri non è particolarmente brillante ma risulta molto efficace esaltato dai nuovi acquisti Eto'o,già pluricampione con il Barcellona,Milito,spietato bomber argentino,Lucio,granitico difensore della nazionale brasiliana,ai quali si aggiungono i campioni della vecchia guardia come il capitano Javier Zanetti e il fenomenale terzino sinistro brasiliano Maicon. Unico neo il fatto di non avere praticamente giocatori italiani a parte il naturalizzato attaccante nero Balotelli. 

2011 : CREMA ALLA CATALANA

Dopo l'intrusione momentanea dell'Inter "l'orchestra" calcistica del BARCELLONA riprende a suonare, diretta sempre da Guardiola raggiunge livelli di calcio sublimi, confermandosi la squadra più forte in Europa e nel Mondo.I protagonisti sono sempre quelli del 2009 ai quali si aggiunge in sostituzione del bombardiere nero Eto'o il nuovo astro nascente del calcio spagnolo, David Villa, velocissimo e tecnico attaccante che si inserisce alla perfezione nei sofisticati meccanismi di gioco dei blaugrana. 

2012 : PARENTESI CHELSEA

Nella stagione meno attesa arriva il primo trionfo dell'ambizioso CHELSEA,che da anni inseguiva invano tale traguardo.Decisivo risulta il cambio in panchina del tecnico portoghese Villas Boas con l'allenatore italiano Di Matteo (già allenatore in seconda).Il nuovo allenatore,conoscitore dell'ambiente dei blues,ridà alla squadra quella convinzione e quella umiltà necessari per tornare protagonisti,inoltre si affida ai campioni della vecchia guardia(inopinatamente trascurati da Villas Boa) come il capitano Lampard,solido e forte centrocampista, e l'ariete nero Drogba, autentica forza della natura dell'attacco dei blues.

   2013 : GRAN BAVIERA

Finalmente per i tedeschi del BAYERN MONACO ,dopo due finali perse negli ultimi tre anni, arriva il momento del trionfo . Sotto la guida sapiente dell'esperto allenatore Heynches i campioni di Germania suggellano una stagione giocata ai massimi livelli con il titolo Europeo. Una squadra completa dal punto di vista fisico,tecnico e tattico sfrutta in pieno lo stato di grazia dei suoi giocatori più rappresentativi come le due formidabili ali d'attacco Robben e Ribery, il centrocampista Scheweinsteiger e l'atttaccante Muller , conquistando il suo quinto titolo continentale